Un giorno triste

Oggi è un giorno triste. Uno di quei giorni che si fatica a parlare di cose futili, soprattutto quando vieni a sapere che una persona a te vicina ha compiuto un gesto folle. Dal nulla. Improvvisamente. Un ragazzo per bene, che tutti amavano, con una gran carriera davanti a se e che inaspettatamente e stupidamente ha deciso di farla finita. In che modo poi?! Assurdo.
Come d’abitudine, la colazione la faceva sempre con i genitori ma questo maledetto martedi mattina non voleva scendere da letto. La mamma, dopo svariate urla e minacce, decide di andare a vedere che era successo ed una volta entrata in camera, l’orrenda visione: lo trova lì, appeso in mezzo alla stanza. Impassibile, con gli occhi chiusi e senza respiro proferire. Intorno al collo, stretto stretto un filo da cucito legato sino al soffitto. In terra un panchetto accasciato su di un fianco ed un biglietto sul quale c’era scritto:

“Se leggi questo biglietto è perché ho perso. Anche, qui. Volevo provare a vincere a qualcosa e non ho vinto neanche al gioco dell’impiccato. Da solo. ”

FC MARCELLONA

Schermata 2015-01-28 alle 19.55.13 Schermata 2015-01-28 alle 19.54.21

“Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti accaduti realmente è puramente casuale”

2 risposte a “Un giorno triste

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...