Top&Flop Giocatori – 14° Giornata

TOP 

5) Triplo tuffo carpiato: ritorno al goal per il difensore dell’Empoli Tonelli, che con un gran colpo di testa in tuffo inzuppa il goal partita per l’Empoli. L’euforia per il goal é tanta che Tonelli ripropone più volte durante la partita chiusure di testa in tuffo. Testimoni affermano di averlo visto ieri al supermercato che riempiva così 3 carrelli della spesa. Unstoppable!

4) Freccia nera: due goal e un assist per M’baye Niang, che sabato contro la Samp fa il buono il brutto e il cattivo tempo. Il 4-3-3 strutturato da Mihajlovic sembra essere terreno fertile per le caratteristiche del francese, vista la crescita esponenziale proposta dal ragazzo in 3 partite. Da tenere d’occhio!

3) Quando l’Ex ti spezza il cuore… 2 volte!: partita da ex da ricordare a lungo per Cyril Thereau che a Verona contro la sua ex squadra segna 2 goal pesantissimi, il primo addirittura di tacco. Le cose sono due: o a Chievo si era trovato male, o il ragazzo ha il ghiaccio nelle vene. Cyber Sub-Zero!

2) Bomber frusinate: prima doppietta nella massima serie per Daniel Ciofani. Dopo tanta gavetta, tanti goal segnati nel pantano della Lega Pro in due anni si é fatto valere prima in Serie B e ora sta prendendo il suo spazio in Serie A. Nelle partite giocate in casa potrà regalare soddisfazioni ai suoi tifosi e ai fantallenatori che hanno puntato qualche fantamilione su di lui. Bomber di periferia!

1) No, non é un uomo: qualcuno una volta ha detto che le partite si vincono in 11, e che un solo giocatore non può vincere una partita da solo. Quel qualcuno ha mentito, perché Gonzalo Higuain ha dimostrato che un vero grande campione può vincere una partita da solo, trascinando sulle proprie spalle una squadra intera. 2 numeri di gran classe, un tiro chirurgico di rara potenza dopo nemmeno un minuto di gioco e un goal da vero fenomeno dopo aver resistito alla carica non di uno, ma di due difensori centrali. Chapeau!

FLOP 

5) Classicismo: protagonista del più classico dei rossi Douglas Maicon: contropiede due contro uno al fulmicotone dell’Atalanta, Maicon preso in mezzo più di una fetta di prosciutto in un panino, stende Gomez in area di rigore, punizione massima e rosso diretto. Solo 17 minuti per l’incubo perfetto! 

4) Ingenuo: doppio giallo all’insegna dell’ingenuità e un pizzico di malizia dei Napoletani per Yuto Nagatomo, che nel giro di 5 minuti si prende due gialli entrambi evitabili e lascia l’Inter in 10 uomini nella partita più importante della giornata. Se aggiungiamo la non perfetta marcatura sul primo goal di Higuain, la serata del giapponese non é sicuramente fra le più memoarabili. Sciagurato!

3) Follia n°1: bastano 6 minuti a Leonardo Pavoletti per timbrare il cartellino… dei cattivi di giornata, dando una gomitata al malcapitato difensore del Carpi e andando a fare la doccia ancpra pulito e profumato, senza aver avuto occasione di sporcare la divisa o un accenno di sudore. Mastrolindo!

2) Follia n°2: a Rafael invece ci vogliono 19 minuti per emulare l’attaccante genoano, dando una gomitata a Paganini, per poi rimanere con un’espressione da cernia quando vede il cartellino rosso nei suoi confronti. Lui cerca di difendersi, spiegando che lo aveva scambiato per il killer professionista visto in “Altrimenti ci arrabbiamo”. Cinefilo!

1) Non distingue gli amici dai nemici: incubo orrendo per Viviano, che in quel di San Siro prende 4 goal, non collabora con la difesa e, non contento,si unisce al festival delle follie regalando a Niang il pallone del 3 a 0. Più svogliato di un contadino che si deve alzare la mattina per andare a spalare il letame. Viva l’accidia!

A Cura di Alessandro Bianchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...