Top & Flop Giocatori: 7° giornata

TOP

5) Sami Khedira: nella sua prima da titolare in campionato, il centrocampista tedesco regala una prestazione convincente condita anche dal goal che chiude il risultato. Il suo rientro coincide con la prima vittoria in casa per i bianconeri… Coincidenze?!

4) Chiamatemi Fidel e io vi salverò: Castro firma il pari nel derby veronese quasi sul finale, regalando la speranza della vittoria ai suoi compagni, al suo allenatore e, per chi crede nelle leggende, ai suoi tifosi. Salvatore!

3) Un Big-Mac indigesto: nello spezzatino domenicale, sbuca di prepotenza Massimo Big Mac Maccarone, che all’ora di pranzo fa volare l’Empoli e manda di traverso il pasto ai tifosi del Sassuolo. Due goal in campionato valgono 6 punti per la formazione toscana. Se continua la tradizione i tifosi empolesi pregano che finisca l’annata con 30 goal. Spietato!

2) A volte ritornano: Gervinho é stato sul mercato per tutta l’estate, si dice che sia saltato un accordo per il trasferimento negli Emirati Arabi a causa di un elicottero, é rimasto a Roma nel malcontento generale, e lui che fa? Gioca, zitto e gioca, testa bassa e pedalare. E se deve quando pedala, salta 3 uomini e infila la palla nel set i tifosi giallorossi si augurano che possa continuare così. Rinascita definitiva?

1) Iamme ia Lorenzì: questo Napoli incanta, e uomo simbolo per ora é sicuramente Lorenzo Insigne, cuore napoletano che sta vivendo un momento magico. Altri due goal si aggiungono al suo bottino personale, oltre che all’ennesimo assist, impreziositi dal contesto in cui li ha eseguiti, ovvero la Scala del calcio in cui ha sgretolato insieme ai suoi compagni un piccolo Milan. Devastante!

FLOP 

5) Non é colpa mia: sfortunato il povero Padelli, che vede realizzarsi quello che un portiere detesta di più: tiro, palo, schiena, autogoal. Flop a livello fantacalcistico, insieme al -2 per i goal presi, porta solo poco più di un punto a tutti i fantaallenatori che lo hanno schierato. Incolpevole!

4) Incubo in pieno giorno: partita da dimenticare per il povero Terranova, che non ne azzecca una. Protagonista di uno dei falli di mano più netti e solari degli ultimi 10 anni, corona la sua giornata nera perdendosi Maccarone sul goal partita dell’Empoli. Cuore di pallavolista!

3) Senza secchiello non mi diverto: bastano poco più di 5 minuti a Paletta per indirizzare i 3 punti di Fiorentina-Atalanta verso i viola: fallo da ultimo uomo, espressione da cernia lessa per tentare di sviare l’arbitro che però non si impietosisce e sventola il rosso, mandandolo subito a fare la doccia. Sciagurato!

2) E la moda non si ferma: oramai é certezza che la maledizione dell’autogoal abbia preso casa stabile nella nostra Serie A. Ultimo della lista il giovane difensore rossonero Ely, che ruba la scena a Higuain segnando il 4 a 0 a favore del Napoli. I fantallenatori “proprietari” di Ely e Higuain si stringono insieme lanciandogli maledizioni a non finire per i punti persi/rubati.

1) “Ti piace vincere facile?!” “NO!”: è inutile negarlo: tutti si stanno chiedendo cosa sia passato nella testa di Correa in quel frangente di secondo in cui é riuscito a metter fuori dalla porta sguarnita un pallone che pure il più scarpone del campino del prete sarebbe riuscito a insaccare! L’unica spiegazione plausibile trovata dai più esperti è che stavolta i Monstars vogliano sfidare i Looney Tunes ad una partita di calcio, e che il povero Correa sia stato defraudato del suo talento!

A CURA DI ALESSANDRO BIANCHI

Una risposta a “Top & Flop Giocatori: 7° giornata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...